Oltretutto97

Il giorno 2 marzo 2019, in occasione della gara nazionale “25° Trofeo Amedeo Rota”, in collaborazione con la Bocciofila Garlatese, abbiamo organizzato una gara Special Olympics di bocce a coppie, per persone diversamente abili.

I nostri atleti si sono confrontati con i loro pari della Associazione No Limits Onlus di Crema, dando vita a ben 12 appassionanti partite, seguite da un folto numero di familiari e di appassionati.

Alla fine sono risultati vincenti dei due gironi le nostre coppie fornate da Mario Canali con Oscar Mazzoleni e Roberto Delle Vedove con Matteo Polvara.

La giornata è stata allietata dal pranzo che abbiamo offerto ai nostri ospiti presso i locali della Parrocchia di San Carlo a Malgrate dove abbiamo la sede, che ci ha permesso di trascorrere un momento di serenità e di sincera amicizia.

Ringraziamo di cuore gli organizzatori della Bocciofila Garlatese, il suo presidente, gli sponsor delle gare, ma soprattutto i nostri Piero e Laila che con cura hanno preparato il pranzo  ed i nostri allenatori, volontari e partner che con dedizione accompagnano i nostri atleti nel gioco.    

Oltretutto97

Anche quest’anno partecipato con entusiasmo, al 9°  MEMORIAL SPECIAL OLYMPICS FABIO RACCHINI, che si è svolto sabato 2 Marzo 2019 sulle nevi dell’Aprica (Sondrio) – Seggiovia ALPE VAGO, loc. Campetti, organizzato della Polisportiva Sole di Lissone.

La gara è stata uno slalom gigante unificato, formato da coppie, atleta diversamente abile e partner e la classifica finale, suddivisa per categorie, avanzati, intermedi, novizi e start, è stata determinata dalla somma dei due tempi realizzati.  

Le 42 coppie appartenevano alla Polisportiva Sole, Handy Sport Livigno e Oltretutto 97, Agonistica Ponte dell’Oglio e Sportabili Onlus.  

Le coppie di Oltretutto 97 presenti erano sette e si sono ben comportate, ma anche se è mancato l’acuto, tutti ci siamo divertiti e oltre ad aver fatto una sciata in compagnia, abbiamo apprezzato il momento del pranzo, delle premiazioni e di festa all’insegna dell’amicizia tra tanti atleti, accompagnatori e familiari.

Anche quest’anno, siamo stati omaggiati come squadra e come singoli partecipanti con originali e simpatici trofei di legno, che rappresentano sempre il valore del competere e dello stare insieme, allo stesso livello, degli atleti diversamente abili ed i loro partner, che rimane in più bel significato di questa giornata.

Oltretutto97

Lo scorso 30 novembre si è svolta presso il liceo Agnesi di Merate una giornata di assemblee sul tema della disabilità. L’iniziativa, autogestita dagli studenti della scuola, ha visto protagonisti anche un gruppo di atleti e volontari della nostra associazione che, su invito dei rappresentanti d’istituto, sono intervenuti per presentare Oltretutto97 e raccontare la propria esperienza. 

Nelle due ore a disposizione, nella palestra della scuola, sono state presentate le attività svolte, gli sport praticati, le esperienze più significative della vita associativa e qualche altleta si è raccontato agli studenti. Particolarmente apprezzate dal pubblico poi, nell’ora successiva, sono state le dimostrazioni pratiche di una lezione di karate, abilmente guidata dal maestro Savino e di atletica. 

La mattinata si è conclusa con tanti applausi e complimenti da parte degli studenti, e l’invito ad incontrarsi nuovamente, magari per una giornata di sport unificato come quelle che già da due anni organizziamo con il liceo Bachelet di Oggiono.

Oltretutto97

La Società Sportiva RARI NANTES SARONNO A.S.D., ha organizzato, domenica 27.1.2019,, il 10° Meeting di nuoto FISDIR “Città di Saronno”- 3° PROVA NORD CUP 2019, manifestazione destinata ad atleti DIR-P e DIR-A, presso la piscina di Saronno (VA).

La nostra squadra ha partecipato con ben 19 atleti, ottenendo buonissimi risultati e classificandosi seconda con i promozionali e sesta assoluta su 17 squadre parteciparti.

Dobbiamo fare i complimenti alle nostre Arianna, Gaia, Marta S. e Valentina, che hanno fatto il loro esordio assoluto in una gara FISDIR e che, nonostante l’emozione, si sono ottimamente comportate.

Da citare anche la prima volta in gara con gli agonisti Dir.A delle nostre giovani Cristina e Lisa che sicuramente si faranno valere anche in questa ben più difficile categoria, in gare più lunghe e avversarie molto competitive.

Un ringraziamento ai nostri bravissimi tecnici Mario, Francesca, Marta e Silvia, che assisteva per la prima volta ad una gara Fisdir, per come hanno accompagnato i nostri atleti e per la passione e l’attenzione che mettono sempre in campo.

Oltretutto97

Quest’anno i giochi nazionali invernali si sono svolti, come lo scorso anno nell’alta Valsusa e precisamente a Bardonecchia dal 13 al 18 gennaio. . .
500 atleti, 300 volontari, 200 familiari e 150 tecnici e 100 accompagnatori di ben 52 Team, provenienti da tutta Italia, sono stati protagonisti deila XXX edizione organizzata da Special Olympics Italia in collaborazione con tante realtà ed amministrazioni locali.

Il territorio della Valsusa è stato sensibilizzato e 14 Comuni sono stati coinvolti nel Torch Run che, nei giorni precedenti l’inizio di questi Giochi Nazionali, ha annunciato l’arrivo degli atleti Special Olympics, coinvolte tutte le scuole che hanno sostenuto gli atleti a bordo pista in occasione delle gare.

Calorosa la partecipazione alla cerimonia d’apertura con tutti i sindaci e un ospite d’eccezione: come il campione mondiale e olimpico Pierino Gros, e molto suggestiva la cerimonia di chiusura con la fiaccolata sulla neve dei maestri di Bardonecchia. Buona l’organizzazione anche del tempo libero, con momenti di prova lo sport nel pomeriggio e discoteca la sera presso il villaggio olimpico.

Gli atleti hanno gareggiato in 4 discipline sportive: sci alpino, sci nordico, snowboard e corsa con le racchette da neve.

Abbiamo preso parte alle gare di sci nordico con Chiara T., Giulia, Marta, Mauro e Vittorio, mentre nello sci alpino sono scesi in pista Chiara A., Francesca, Gaia, Giada, Ludovica, Lisa, Alessandro, Giacomo, Jacopo, Michele e Fabrizio.

I nostri atleti, accompagnati dai nostri maestri/allenatori Gianni, Guglielmo, Monica, Rebecca e Claudio e assistiti da Sara e Ricccardo, si sono dimostrati tutti all’altezza delle gare che hanno dovuto affrontare; hanno dato il massimo e sono stati tutti soddisfatti dei risultati ottenuti, che hanno evidenziato i progressi che ogni anno i ragazzi compiono e dei traguardi personali che ognuno è riuscito a raggiungere. Positivo e da sottolineare l’esordio di Giada che, guidata da due bravissimi volontari, ha concluso tutte le sue gare e ha conquistato le prime medaglie.

I momenti trascorsi sui campi da sci e fuori, ci hanno permesso di fare una bella esperienza: abbiano incontrato persone conosciute nelle precedenti edizioni e abbiamo stretto nuove amicizie, anche questa rimarrà una settimana indimenticabile per tutti noi.

Oltretutto97

Domenica 11 novembre 2018, presso la piscina del centro sportivo “Al Bione” di Lecco, si è svolta l’8^ edizione di “Nuotabile”, un meeting di nuoto “SPECIALE” per atleti diversamente abili e normodotati, organizzato dal CSI Lecco, ASD OLTRETUTTO 97, ASD TUTTI INSIEME, POLISP. MANDELLO sez. Arcobaleno, e SPECIAL OLYMPICS Team Lecco, con il patrocinio del Comune di Lecco e del CONI.
Anche quest’anno, abbiamo invitato le associazioni presenti sul territorio, i Team Special Olympics della Lombardia e una squadra svizzera e fatto in modo che ci fosse sempre più spazio per atleti normodotati, parenti, amici e simpatizzanti dei nostri atleti e atleti “normo” di squadre locali.

Possiamo dire di essere completamente riusciti nell’intento perché hanno aderito ben 14 squadre con 179 atleti (101 maschi e 78 femmine) di cui 110 erano diversamente abili e 68 normodotati. Per la prima volta erano presenti gli amici deI Team Special dell’ASA VARESE e dell’ASD VERSO di Mantova e hanno riportato il loro entusiasmo i tanti giovani triatleti della Krono Lario Team di Oggiono. Siamo stati felici anche di avere ospitato il numeroso gruppo svizzero della SHARK TEAM 2000 provenienti da Bellinzona. Tutti insieme, maschi e femmine, giovani e meno giovani, con e senza disabilità, si sono confrontati tra loro con grande gioia ed agonismo, confermando che siamo tutti uguali e tutti diversi e che ci piace fare sport insieme.

Il pomeriggio si è svolto ordinatamente, iniziando con la sfilata delle variopinte squadre a bordo vasca della piscina addobbata con palloncini in segno di festa e proseguendo con il canto dell’inno nazionale e la lettura del giuramento dell’atleta.

Prima dell’inizio delle gare, abbiamo voluto comunicare a tutti i presenti la gioia di OLTRETUTTO 97 per la convocazione di Cristina ISACCHI agli Special Olympics World Games Abu Dhabi 2019 donandole un simpatico squalo peluche che la accompagnerà in questa splendida avventura a marzo del prossimo anno.

Tra un tifo calorosissimo, dopo una batteria dimostrativa con Cristina che ha nuotato i “suoi” 100 misti e altri cinque atleti diversamente abili i 200 stile libero, sono scese in vasca le staffette miste. A seguire gli atleti alle prime armi, nelle batterie dei 15 e 25 metri assistiti, con ausili o semplicemente accompagnati dai loro partner; tanti atleti più giovani emozionati per la loro prima gara, nei 25 stile, dorso e rana, mentre i più esperti sulla distanza più lunga nei 50 m.

Sempre più convinti, abbiamo voluto ribadire la particolarità di questa manifestazione componendo tutte le 55 batterie in modo “unificato” cioè con i nostri atleti speciali con disabilità che hanno gareggiato, in tutte le specialità, fianco a fianco, con tanti loro amici, tecnici, volontari, conoscenti e atleti normodotati di altre squadre, senza tante divisioni e contro ogni pregiudizio.
Tutti si sono impegnati al massimo, secondo quanto recita il motto di Special Olympics “che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”.

La conclusione anche quest’anno è stata la staffetta 4 x 25 s.l., che ha visto gareggiare quasi tutti gli atleti presenti e tutte le squadre, impegnati sportivamente a primeggiare e che ha visto prevalere, come gli anni precedenti, una staffetta unificata maschile di Oltretutto 97.

Dopo le gare, tutti gli atleti sono stati premiati, con una simpatica medaglia realizzata da Artimedia mentre ai rappresentanti delle squadre è stato donata una targa realizzata a mano dallo SFA di Oggiono, in ricordo di questa edizione, poi, merenda per tutti..

Durante il pomeriggio sono intervenuti alcuni rappresentanti istituzionali di Lecco, Malgrate, Valmadrera ed il presidente del CSI di Lecco (principale sostenitore di questo evento) che hanno portato il loro saluto ed augurio e che si sono congratulati per la buona riuscita della manifestazione.

Abbiamo trascorso un pomeriggio bellissimo, ci siamo incontrati, abbiamo conosciuto tante altre persone e condiviso l’idea che l’inclusione è facilitata dalla pratica sportiva.
In particolare dobbiamo ringraziare Carlo e Ennio (CSI), Elvio (Special Olympics Lecco), Ettore (ASD OLTRETTUTO 97, Franca (Pol.Mandello) e Raffaella (ASD Tutti insieme) con tutti i volontari, atleti partecipanti, accompagnatori e familiari, che hanno reso possibile questo bel momento di sport, che ha generato emozioni, serenità e tanta amicizia.

Arrivederci al prossimo anno!

Oltretutto97

L’anno sportivo 2018-19 è cominciato e tutti i gruppi si sono ritrovati ad inizio settembre per effettuare i propri allenamenti, ma anche quest’anno la prima gara è stata di atletica leggera.
Il 6 e 7 di ottobre ospiti della ASD Sorriso Riviera Onlus abbiamo partecipato al 20° trofeo del sorriso, organizzato a Mira dalle nostre amiche Lara ed Elisea.
Come facciamo da alcuni anni abbiamo approfittato di questa uscita per stare un po’ insieme, atleti, tecnici e familiari. Sabato mattina, a bordo di un elegante pullman guidato dal nostro amico Mimmo, siamo partiti all’alba e abbiamo raggiunto Venezia per visitare le isole della laguna veneta: Burano, Torcello e Murano. Non siamo stati fortunatissimi con il tempo, ma avendo una motonave solo per noi, abbiamo potuto gestire nel migliore dei modi le soste, le varie visite e, quando è arrivata un po’ di pioggia, essere al riparo. Seguendo le spiegazioni di una guida, abbiamo potuto apprezzare e conoscere tanti angoli caratteristici, gustare scorci di paesaggio davvero particolari come i colori delle case di Burano, e passeggiare tra i suoi canali e ponti. Che dire poi della sconosciuta Torcello con il ponte del diavolo e le chiese romaniche e lo stupore di vedere campi coltivati e vigneti in mezzo al mare … Per ultimo siamo arrivati a Murano dove in una tipica fornace abbiamo potuto assistere al lavoro di un artigiano che lavorava il vetro. Siamo quindi ritornati al Tronchetto passando per San Marco, Il lido e il porto con le tante navi da crociera illuminate a festa.
Nel targo pomeriggio abbiamo raggiunto il nostro hotel a Mira e siamo poi usciti per la pizzata dove i nostri atleti (ma anche mamme e allenatori), dopo la cena, hanno potuto ballare con tanti ragazzi delle altre squadre durante la festa preparata per loro.
Domenica mattina si sono svolte le gare nell’impianto di Dolo. Erano presenti 18 squadre provenienti da Lombardia, Veneto, Trentino, Friuli, Emilia e Toscana. I nostri atleti (11 maschi e 11 femmine) si sono cimentati in diverse specialità sempre accompagnati dai nostri tecnici Fabio, Francesca, Giorgia, Luisa e Piera, accompagnati da diversi volontari e incitati dai tanti familiari presenti sugli spalti. Hanno partecipato a gare di primo livello: corsa 60 m, lancio pallina e del vortex, salto in lungo da fermo e gare di secondo livello corsa 100 m, salto in lungo, lancio del peso e staffetta 4 x 100 m.
I nostri atleti si sono impegnati molto e, tenendo conto del campo dei partenti davvero importante, siamo felicissimi di avere ottenuto come squadra il 6 posto assoluto (migliorando l’undicesimo dello scorso anno).
Dopo le gare, ”pasta party” e quindi la premiazione con coppe per tutte le squadre ed una simpatica medaglia fatta da una cooperativa di ragazzi disabili, con una bellissima faccina che sorride, logo della società ospitante.
Alla fine di questi impegnativi due giorni, siamo tornati un poco stanchi, ma felici dell’ospitalità ricevuta, dell’ottima l’organizzazione delle gare e della interessante visita delle isole della laguna veneta. Possiamo affermare di avere iniziato l’anno con il piede giusto …

Oltretutto97

Non potevamo certo mancare ad un appuntamento cosi importante ed allora con un folto numero di atleti tecnici e familiari accompagnatori, abbiamo partecipato a questo che è stato definito il più grande evento sportivo organizzato quest’anno in Italia. Erano infatti presenti 3.000 atleti su 19 discipline sportive, seguiti da 650 tecnici e 1.400 familiari oltre agli accompagnatori e ruolo fondamentale quello di 1.300 volontari pronti a gestire il tutto.
La Città di Montecatini si è tinta di rosso per atleti Special Olympics, che per 5 giorni hanno invaso la città con tanto sport e momenti di divertimento portando tanta serenità.
I Giochi di Special Olympics sono un’occasione per stare insieme, abbattere le barriere sociali e i pregiudizi che si creano intorno alla disabilità e oggi, grazie anche allo Sport unificato, gare di atleti con disabilità e non che gareggiano insieme, è un passo ulteriore verso l’inclusione sociale
All’Ippodromo Snai Sesana, si è svolta la Cerimonia di Apertura dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, giunti alla XXXIV edizione. Nell’anno del 50esimo anniversario del programma sportivo internazionale dedicato alle persone con disabilità intellettive nel mondo, questo momento ha assunto una magia ed una valenza ancora più significativa. Musica e spettacolo con giochi di luci, mongolfiere e colori hanno arricchito i momenti protocollari. Dalla gioiosa sfilata delle 177 delegazioni provenienti da ogni regione d’Italia al saluto sentito delle Autorità presenti sul territorio, dall’ingresso delle bandiere: europea, italiana e di Special Olympics, fino ad arrivare al momento più atteso, quello dell’ingresso della torcia olimpica e l’accensione del tripode, simbolo per eccellenza dell’inizio dell’evento di Special Olympics Italia più grande di sempre.

Le gare si sono svolte dal martedì al sabato e hanno visto impegnati i nostri atleti nelle discipline di atletica a Pistoia, delle bocce e del nuoto negli impianti di Montecatini, con grande impegno e ottimi risultati personali, di squadra e anche con delle vittorie assolute.

Durante il tempo libero dalle gare, alcuni hanno potuto partecipare al programma salute sottoponendosi a visite mediche gratuite e tutti abbiamo potuto goderci la pace del parco delle Terme, siamo saliti in funicolare a Montecatini Alto e andati nel bel centro di Pistoia. Le serate e la cerimonia di chiusura, organizzate nel parco delle terme, sono state molto festose e i nostri atleti e accompagnatori non si sono lasciati scappare la possibilità di cantare e di scatenarsi nei balli di gruppo proposti.
Il finale è stato col botto: veloce mattinata al mare con giochi sulla spiaggia e pranzo conclusivo tipico in un ristorante vicino ad un laghetto stupendo tra le verdi colline toscane.

Possiamo concludere che questo è stato un evento che è andato oltre il risultato sportivo: ogni atleta ha vissuto la gara con gioia, determinazione e il desiderio di salire sul podio più alto, ma oltre alle medaglie conquistate, per ognuno di loro gareggiare, stare con gli altri, ha significato mettersi alla prova con se stessi, dare il meglio di sé, crescere in autonomia e autostima.

Un doveroso ringraziamento a tutti, atleti, tecnici, accompagnatori e genitori per la pazienza e la disponibilità con cui hanno affrontato questa bella, ma in alcuni momenti faticosa trasferta e non dimentichiamoci della gentilezza di Titti e suo Marito che ci hanno accolto e coccolati all’Hotel Brasile e del nostro amico Guido, autista del pullman, che ci ha accompagnato con grande disponibilità e professionalità.

Oltretutto97

Dal 27 al 29 aprile la provincia di Varese ha ospitato i Play the Games Giochi Regionali Estivi Special Olympics 2018.

Come vuole il cerimoniale, i giochi si sono aperti il 27 aprile con uno spettacolo entusiasmante che si è svolto al PalaA2A a Varese.
La Cerimonia di Apertura dei Giochi è stata presentata da Paola Saluzzi (Rai 1 e SKY) e da Pier Bergonzi (vice direttore Gazzetta dello Sport) con la partecipazione di famosi testimonial del mondo dello sport come, ad esempio Nicolò Martinenghi e Arianna Castiglioni per il nuoto, Dino Meneghin, Aldo Ossola, Toto Bulgheroni e Gianmarco Pozzecco per il basket, Ivan Basso vincitore di due Giri d’Italia e podio al Tour de France, Pietro Anastasi e Beppe Marotta per il calcio, Elia Luini per il canottaggio e Stefania Croce per il golf.
Grazie alla loro popolarità e al loro entusiasmo i testimonial hanno richiamato il grande pubblico sul tema fondamentale dell’inclusione sociale.
Nella gestione delle diverse discipline sono stati impegnati studenti delle scuole superiori e universitari ed altri volontari appartenenti ad associazioni, società sportive, team aziendali e club di servizio.
Si è calcolato che erano presenti alla manifestazione almeno 2500 persone, tra atleti, accompagnatori e tecnici.

Sono stati ben seicentocinquanta gli atleti impegnati in tre giorni di gare.
Varese, Gallarate, Tradate, Casorate Sempione e Arsago Seprio sono state le città che hanno accolto gli atleti delle diverse discipline.
I nostri atleti del nuoto hanno gareggiato a Varese, il gruppo bocce a Gallarate, mentre le gare di atletica leggera e si sono disputate a Tradate.
Il gruppo di Oltretutto 97 era composto da ben 42 atleti accompagnati dai loro tecnici e diversi familiari.
La partecipazione è stata molto positiva, sia per i risultati tecnici individuali e di squadra ottenuti, sia per l’esperienza di socializzazione e crescita di relazioni che questi eventi comportano, un bel trampolino di lancio per la nostra partecipazione ai giochi nazionali che si svolgeranno in giugno a Montecatini Terme.

Oltretutto97

Dal 18 al 24 marzo 2018, 474 atleti, 500 volontari, 400 familiari e 200 tecnici sono stati protagonisti dei XXIX Giochi Nazionali Invernali Special Olympics che si sono svolti a Bardonecchia.
Non poteva certo mancare il nostro Team, Oltretutto97, che non si lascia mai scappare gli eventi nazionali che Special Olympics organizza!

La ridente località in Valsusa non è nuova ad ospitare grandi manifestazioni sportive: nel Febbraio 2006 infatti è stata una delle sedi dei XX Giochi olimpici invernali, per i quali ha ospitato le gare di snowboard; è stata anche sede di uno dei tre villaggi olimpici, nel quale il nostro team ha soggiornato per l’intera durata della manifestazione.
Il territorio della Valsusa è stato interamente sensibilizzato; 14 Comuni sono stati coinvolti nel Torch Run che, nei giorni precedenti l’inizio di questi Giochi Nazionali, ha annunciato l’arrivo degli atleti Special Olympics, coinvolte tutte le scuole che hanno sostenuto gli atleti a bordo pista in occasione delle gare.
Un evento nazionale sportivo dunque, ma anche e soprattutto culturale ed inclusivo in Valsusa; un evento tradotto in una chiamata all’azione, rivolta a tutti, un invito ad accogliere il prossimo, senza stereotipi e pregiudizi.
Gli atleti hanno gareggiato in 4 discipline sportive: sci alpino, sci nordico, snowboard e corsa con le racchette da neve.
Abbiamo preso parte alle gare di sci nordico con Claudia, Chiara, Marta, Mauro e Vittorio, mentre nello scia alpino sono scesi in pista Chiara, Gaia, Ludovica, Lisa, Alessandro, Giacomo, Jacopo, Michele e Fabrizio.
I nostri atleti, preparati dai nostri maestri/allenatori e accompagnati nell’occasione da Gianni, Adelio, Monica e Claudio, si sono dimostrati tutti all’altezza delle gare che hanno dovuto affrontare, hanno dato il massimo e sono stati tutti soddisfatti dei risultati ottenuti. In particolare Lisa che ha vinto il gigante ed il super G, ma tutti, tecnici e genitori, sono entusiasti dei progressi che ogni anno i ragazzi compiono e dei traguardi personali che ognuno è riuscito a raggiungere.

Anche nei momenti trascorsi al di fuori dei campi gara il divertimento non è mai mancato: in questi eventi è sempre possibile fare belle esperienze che arricchiscono, conoscere nuovi amici e imparare qualcosa.
Fra una gara e l’altra non è mancato qualche imprevisto, ma anche in questi casi lo spirito di Oltretutto viene in aiuto: disponibilità e amicizia hanno fatto in modo che questa settimana diventasse un ricordo indimenticabile per tutti i partecipanti!