About Author

Oltretutto97
Connect with Me:
Oltretutto97
Oltretutto97

Nel pomeriggio di domenica 11 novembre 2018, presso la piscina del Centro Sportivo al Bione di Lecco, si svolgerà l’ 8^ edizione di “NUOTABILE” un meeting di nuoto per atleti diversamente abili e normodotati, organizzata dal CSI di Lecco, ASD OLTRETUTTO 97, ASD TUTTI INSIEME, POLISPORTIVA MANDELLO progetto Arcobaleno e Special Olympics Italia Team Lombardia.

Alla manifestazione che ha riscontrato grande successo nelle edizioni precedenti, hanno aderito ben 14 squadre, associazioni, team presenti sul nostro territorio e uno proveniente dalla vicina Svizzera.

Sarà un pomeriggio all’insegna non solo dello sport, inteso come semplice movimento o competizione, ma come strumento per abbattere le barriere ideologiche e culturali, che ancora oggi separano il mondo degli atleti diversamente abili dagli atleti normodotati.

NUOTIAMO INSIEME, questa è la vera novità e la vera sfida che vede coinvolti, non solo gli organizzatori dell’evento, ma tutti i partecipanti. Oltre agli atleti diversamente abili, scenderanno in acqua al loro fianco: volontari, studenti, parenti e amici che, in un clima di puro divertimento si sfideranno in batterie “unificate”.

Lo sport diventa collante di due mondi solo apparentemente agli antipodi fra loro, ma in realtà uguali per condivisione di valori, rispetto delle regole e capacità di saper fare!

Lo sport aiuta a superare le differenze, siano esse culturali, linguistiche o sociali, e favorisce il dialogo, l’accoglienza e la sana amicizia.

Vi aspettiamo in vasca o sugli spalti per questo pomeriggio di festa!

CSI Lecco, ASD OLTRETUTTO 97, ASD TUTTI INSIEME, POL.MANDELLO Prog.Arcobaleno, SPECIAL OLYMPICS ITALIA Team Lecco

 

Oltretutto97

L’anno sportivo 2018-19 è cominciato e tutti i gruppi si sono ritrovati ad inizio settembre per effettuare i propri allenamenti, ma anche quest’anno la prima gara è stata di atletica leggera.
Il 6 e 7 di ottobre ospiti della ASD Sorriso Riviera Onlus abbiamo partecipato al 20° trofeo del sorriso, organizzato a Mira dalle nostre amiche Lara ed Elisea.
Come facciamo da alcuni anni abbiamo approfittato di questa uscita per stare un po’ insieme, atleti, tecnici e familiari. Sabato mattina, a bordo di un elegante pullman guidato dal nostro amico Mimmo, siamo partiti all’alba e abbiamo raggiunto Venezia per visitare le isole della laguna veneta: Burano, Torcello e Murano. Non siamo stati fortunatissimi con il tempo, ma avendo una motonave solo per noi, abbiamo potuto gestire nel migliore dei modi le soste, le varie visite e, quando è arrivata un po’ di pioggia, essere al riparo. Seguendo le spiegazioni di una guida, abbiamo potuto apprezzare e conoscere tanti angoli caratteristici, gustare scorci di paesaggio davvero particolari come i colori delle case di Burano, e passeggiare tra i suoi canali e ponti. Che dire poi della sconosciuta Torcello con il ponte del diavolo e le chiese romaniche e lo stupore di vedere campi coltivati e vigneti in mezzo al mare … Per ultimo siamo arrivati a Murano dove in una tipica fornace abbiamo potuto assistere al lavoro di un artigiano che lavorava il vetro. Siamo quindi ritornati al Tronchetto passando per San Marco, Il lido e il porto con le tante navi da crociera illuminate a festa.
Nel targo pomeriggio abbiamo raggiunto il nostro hotel a Mira e siamo poi usciti per la pizzata dove i nostri atleti (ma anche mamme e allenatori), dopo la cena, hanno potuto ballare con tanti ragazzi delle altre squadre durante la festa preparata per loro.
Domenica mattina si sono svolte le gare nell’impianto di Dolo. Erano presenti 18 squadre provenienti da Lombardia, Veneto, Trentino, Friuli, Emilia e Toscana. I nostri atleti (11 maschi e 11 femmine) si sono cimentati in diverse specialità sempre accompagnati dai nostri tecnici Fabio, Francesca, Giorgia, Luisa e Piera, accompagnati da diversi volontari e incitati dai tanti familiari presenti sugli spalti. Hanno partecipato a gare di primo livello: corsa 60 m, lancio pallina e del vortex, salto in lungo da fermo e gare di secondo livello corsa 100 m, salto in lungo, lancio del peso e staffetta 4 x 100 m.
I nostri atleti si sono impegnati molto e, tenendo conto del campo dei partenti davvero importante, siamo felicissimi di avere ottenuto come squadra il 6 posto assoluto (migliorando l’undicesimo dello scorso anno).
Dopo le gare, ”pasta party” e quindi la premiazione con coppe per tutte le squadre ed una simpatica medaglia fatta da una cooperativa di ragazzi disabili, con una bellissima faccina che sorride, logo della società ospitante.
Alla fine di questi impegnativi due giorni, siamo tornati un poco stanchi, ma felici dell’ospitalità ricevuta, dell’ottima l’organizzazione delle gare e della interessante visita delle isole della laguna veneta. Possiamo affermare di avere iniziato l’anno con il piede giusto …

Oltretutto97
Oltretutto97
Oltretutto97
Oltretutto97

Non potevamo certo mancare ad un appuntamento cosi importante ed allora con un folto numero di atleti tecnici e familiari accompagnatori, abbiamo partecipato a questo che è stato definito il più grande evento sportivo organizzato quest’anno in Italia. Erano infatti presenti 3.000 atleti su 19 discipline sportive, seguiti da 650 tecnici e 1.400 familiari oltre agli accompagnatori e ruolo fondamentale quello di 1.300 volontari pronti a gestire il tutto.
La Città di Montecatini si è tinta di rosso per atleti Special Olympics, che per 5 giorni hanno invaso la città con tanto sport e momenti di divertimento portando tanta serenità.
I Giochi di Special Olympics sono un’occasione per stare insieme, abbattere le barriere sociali e i pregiudizi che si creano intorno alla disabilità e oggi, grazie anche allo Sport unificato, gare di atleti con disabilità e non che gareggiano insieme, è un passo ulteriore verso l’inclusione sociale
All’Ippodromo Snai Sesana, si è svolta la Cerimonia di Apertura dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, giunti alla XXXIV edizione. Nell’anno del 50esimo anniversario del programma sportivo internazionale dedicato alle persone con disabilità intellettive nel mondo, questo momento ha assunto una magia ed una valenza ancora più significativa. Musica e spettacolo con giochi di luci, mongolfiere e colori hanno arricchito i momenti protocollari. Dalla gioiosa sfilata delle 177 delegazioni provenienti da ogni regione d’Italia al saluto sentito delle Autorità presenti sul territorio, dall’ingresso delle bandiere: europea, italiana e di Special Olympics, fino ad arrivare al momento più atteso, quello dell’ingresso della torcia olimpica e l’accensione del tripode, simbolo per eccellenza dell’inizio dell’evento di Special Olympics Italia più grande di sempre.

Le gare si sono svolte dal martedì al sabato e hanno visto impegnati i nostri atleti nelle discipline di atletica a Pistoia, delle bocce e del nuoto negli impianti di Montecatini, con grande impegno e ottimi risultati personali, di squadra e anche con delle vittorie assolute.

Durante il tempo libero dalle gare, alcuni hanno potuto partecipare al programma salute sottoponendosi a visite mediche gratuite e tutti abbiamo potuto goderci la pace del parco delle Terme, siamo saliti in funicolare a Montecatini Alto e andati nel bel centro di Pistoia. Le serate e la cerimonia di chiusura, organizzate nel parco delle terme, sono state molto festose e i nostri atleti e accompagnatori non si sono lasciati scappare la possibilità di cantare e di scatenarsi nei balli di gruppo proposti.
Il finale è stato col botto: veloce mattinata al mare con giochi sulla spiaggia e pranzo conclusivo tipico in un ristorante vicino ad un laghetto stupendo tra le verdi colline toscane.

Possiamo concludere che questo è stato un evento che è andato oltre il risultato sportivo: ogni atleta ha vissuto la gara con gioia, determinazione e il desiderio di salire sul podio più alto, ma oltre alle medaglie conquistate, per ognuno di loro gareggiare, stare con gli altri, ha significato mettersi alla prova con se stessi, dare il meglio di sé, crescere in autonomia e autostima.

Un doveroso ringraziamento a tutti, atleti, tecnici, accompagnatori e genitori per la pazienza e la disponibilità con cui hanno affrontato questa bella, ma in alcuni momenti faticosa trasferta e non dimentichiamoci della gentilezza di Titti e suo Marito che ci hanno accolto e coccolati all’Hotel Brasile e del nostro amico Guido, autista del pullman, che ci ha accompagnato con grande disponibilità e professionalità.

Oltretutto97
Oltretutto97